venerdì 3 marzo 2017

Attività bimbi in cucina (2-3 anni)


La maggior parte dei bambini adora aiutare in cucina...forse già solo perchè è lì che la mamma passa la maggior parte del tempo e perchè si sentono profumi di cose buone e si possono sempre assaggiare tanti cibi.
Con tutti e tre i miei figli ho iniziato presto a impastare pizzette e a sfornare biscotti, ma le attività che si possono fare in cucina non si limitano solo a questo!

Ecco ad esempio una lista di tutte le cose che un bambino intorno ai 2-3 anni può cominciare a fare in cucina (aggiungetene nei commenti se ne dovessi aver dimenticato qualcuna!):




- impastare 



- stendere l'impasto con il mattarello,
- rompere le uova,
- mescolare gli ingredienti delle torte,
- rompere con un cucchiaino la buccia delle uova sode e poi pelarle,



- tagliare la frutta e il prosciutto,



- collaborare nel fare la spremuta,
- preparare spiedini,
- sbucciare i mandarini,
- sbucciare le arachidi,
- lavare posate, bicchierini, ciotoline,



- asciugare posate e piccoli oggetti,



- spazzare
- apparecchiare,
- sparecchiare.

Leggendo su vari blog di stampo montessoriano però con Elia ho aggiunto due lavori che con le bimbe non mi sarei mai sognata di proporre loro, perchè reputavo troppo pericolosi.
Provandole invece insieme a lui ho visto che le mie paure erano un po' esagerate: con la giusta spiegazione e dimostrazione, un bambino di tre anni riesce ad usare benissimo un pelapatate e una grattugia.


Spiegando che il pelapatate va usato sempre nella direzione che va lontano dal corpo e dalla mano che regge la carota, spiegando che la parte in ferro è comunque una lama e che quindi ci si può tagliare, i rischi diminuiscono notevolmente.



Stessa cosa per la grattugia: spiegando che le fessure della grattugia sono taglienti e spiegando che la mano che tiene la grattugia deve essere ben ferma per poter grattugiare senza problemi, il bambino pone molta attenzione a quello che fa.

E' ovvio che prima o poi nostro figlio si taglierà, succede a noi adulti, vuoi che non succeda a loro? Ma ciò non ci deve spaventare, perchè anche quella potrà essere una lezione importante per loro, per come maneggiare la volta successiva lo stesso attrezzo.
E, hei, non sto dicendo di dare loro in mano un coltello affilato, sto parlando di una grattugia e un pelapatate in cui una svista può provocare al limite un piccolo taglietto e niente di più.

Ricordiamoci tuttavia che non tutti i bambini sono uguali e neanche tutti i genitori! Quindi se la cosa vi provoca ansia, nessuno vi dice che dovete provare questa attività con il vostro bambino, o se vostro figlio è particolarmente irruente e poco attento a quello che fa, provate prima con tutte le altre attività che ho elencato sopra e solo successivamente dategli in mano questi attrezzi.

In ogni caso, rimarrete stupiti di come già un bambino di tre anni prenda sul serio i compiti di responsabilità che gli affidiamo....a volte è proprio la nostra poca fiducia nelle sue capacità il limite più grande alla sua crescita!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...