mercoledì 30 aprile 2014

Bastone della pioggia



Di pioggia oggi da noi ne è venuta giù a catinelle....le nostre fragole ringraziano, noi chiusi in casa un po' meno. 
A proposito di pioggia comunque vi faccio vedere il lavoretto dell'ultimo weekend: 
un bastone della pioggia 
(strumento musicale a scuotimento, originario del centro America e originariamente fatto con un ramo di cactus essiccato, che ripropone appunto il rumore della pioggia ). 

Questo lavoretto l'ho scelto appositamente per BB che ha la passione degli strumenti musicali. Ad ogni proposta di attività sportiva lei mi risponde sempre con rimprovero:  "Ma mamma, lo sai che io voglio fare la musicista!", e penso che tra un po' dovremo cominciare a guardarci in giro per trovare qualche buona scuola di musica. 
L'idea iniziale l'ho trovata qui, ma poi anche qualche video su youtube mi ha aiutata nell'ideazione. 

Ed ecco come abbiamo fatto:



Con un taglierino ho praticato dei tagli tutto intorno ad un tubo di cartone piuttosto spesso (tipo quelli della pellicola o della carta stagnola). 
Le bimbe hanno inserito nei tagli dei ferma campioni. Abbiamo provato anche ad infilare degli stuzzicadenti ma era troppo complicato e abbiamo desistito. 
Poi abbiamo unito insieme i due tubi con il nastro adesivo, per farne un unico lungo bastone. Abbiamo poi chiuso una delle due estremità con carta stagnola e nastro adesivo. 



In una ciotolina abbiamo mischiato vari cereali e legumi (farro, riso, mais, lenticchie...) e, aiutandoci con un imbuto di carta, abbiamo versato i semini nel tubo. Abbiamo poi chiuso anche l'altra estremità con stagnola e nastro adesivo. 



Quindi, dopo qualche prova per accertarci che lo strumento funzionasse e la quantità di semi messa fosse sufficiente, abbiamo ricoperto il bastone di carta stagnola e poi con colla vinilica e carta velina lo abbiamo decorato .
Alla fine un tocco un po' femminile con qualche fiorellino non poteva mancare e il nostro bastone della pioggia era pronto. 

7 commenti:

  1. Da piccina ne facevo uno simile a mia figlia, ma senza fermacampioni. Immagino che i fermacampioni siano determinanti nel definire il suono come quello della pioggia...sono curiosa e mi sa che provo a farlo perchè amo il rumore della pioggia.
    Buona musica : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà più che della pioggia ricorda lo sciabordio delle onde....ancora più rilassante quindi!

      Elimina
  2. Che splendida idea, pensa che nonostante i miei ragazzi siano un po' grandicelli, hanno ancora in camerette quelli fatti (3) all'asilo, fanno un suono rilassante...belli

    RispondiElimina
  3. Che bella idea! Si vede che i tuoi bimbi sono felicissimi! Arrivo dal linky party di C'è crisi!
    A presto

    RispondiElimina
  4. Uh che ricordi! Ne avevo fatto uno quando ero alle medie ma con tantissimi spilli uno vicino all'altro anziche i ferma campioni... E con il riso il suono era bellissimo! Che dolci assistenti che hai :-)

    RispondiElimina
  5. Bello! Quando mio figlio era piccolo gliene ho comprato uno, è stato un successo.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è scappato l'invio ...
      Volevo dire che il tuo è veramente bello ed originale, complimenti

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...