domenica 6 ottobre 2013

Autunno

Quest'autunno si sta rivelando molto meno piacevole di quello dell'anno scorso: per ora giornate di vento e pioggia si stanno susseguendo a ritmi serrati e per poter giocare con gli amici siamo costretti a farlo in casa. 



Però quanti buoni frutti che ci sta regalando questa stagione:
dopo le nocciole, l'uva fragola e le mele cotogne di qualche settimana fa, ora sono arrivate le mele...prese fresche dagli alberi dal contadino e senza pagare un centesimo perché erano quelle troppo piccole per essere vendute (e che per noi sono ideali perché sono a misura di bambino). Inoltre cominciano a maturare i melograni dei  quali ho provato a fare lo sciroppo, ma è venuto un po' troppo dolce per i miei gusti. 
Ma il frutto più importante da queste parti sono le "sinsole", ovvero le giuggiole: sono dei piccoli frutti marrone con dentro un nocciolo e hanno un gusto simile alle mele. Sono particolarmente amate dalle mie figlie perché è uno di quei frutti che non porti in casa ma che mangi direttamente dalle piante durate le passeggiate o arrampicandoti sull'albero nel giardino da nonni. 

Siamo ancora in attesa di vedere se da qualcuno dei nostri bozzoli nascerà una farfalla, ma nell'attesa ci dobbiamo accontentare  di quelle fatte di carta, come quella che qui è volata tra i capelli di Lily. 



2 commenti:

  1. Le giuggiole..che buone, sono anni che non ne vedo dalle mie parti..
    La tua bimba con la farfalla tra i capelli è stupenda, buona settimana!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io fino a 5 anni fa non le conoscevo proprio, mentre qua a Verona ce ne sono tantissime! Buona settimana anche a te.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...