domenica 8 aprile 2018

Scuola domenicale: Il versetto a memoria


Una cosa che mi colpisce molto del Pastore Mario che guida insieme ad altri la nostra chiesa, è che durante i suoi sermoni cita tantissimi versetti della Bibbia a memoria. Sembra che facciano parte del suo discorso, che li abbia scritti lui, per quanto li cita con precisione e naturalezza. Molti di questi versetti li conosco anche io a memoria, e la stragrande maggioranza li ho imparati da bambina alla scuola domenicale. 


Abbiamo già parlato dell'importanza che i nostri piccoli imparino dei versetti della Bibbia, e quindi durante la "Scuola domenicale" c'è sempre un momento in cui insieme si spiega e memorizza un versetto che sia in sintonia con la lezione del giorno. 
Ecco alcuni modi simpatici per fare questo, unendo lo sforzo mnemonico al divertimento: 



- Dopo aver letto il versetto ai bambini più volte, scrivere il versetto parola per parola su tanti cartoncini e attaccarli sulle punte delle scarpe dei bambini (con la scritta rivolta verso di loro affinché possano leggerla!), invitarli quindi a girare per la stanza e ad un dato segnale di mettersi in riga, uno accanto all'altro, per formare il versetto. Ogni bambino leggerà poi la parte del versetto attaccata sulle proprie scarpe. Ripetere più volte fino che alla fine tutti riusciranno a dire il versetto insieme. 



- Dividere i bambini in due squadre e consegnare ad entrambe il versetto da imparare tagliato in tanti pezzi (tipo puzzle) che loro dovranno ricomporre. 

- Tirare un filo tra due sedie e attaccare con delle piccole mollette le parti del versetto scritto su cartoncini ritagliati a forma di vestiti (Vedi la foto in alto!). Leggere più volte insieme e poi a mano a mano togliere un cartoncino alla volta fino a che non si riesce a dire tutto il verso a memoria. 

- Scrivere il versetto su una lavagna con del gesso e dopo averlo letto più volte chiedere sempre ad un bambino diverso di venire avanti e cancellare una delle parole e poi di leggere il versetto ricordando le parti già cancellate. Si va avanti fino a che tutto il versetto non sia cancellato. 

- Mimare con i gesti il versetto. Non tutti si prestano a questo metodo, ma alcuni sono proprio adatti, come questo che abbiamo fatto ultimamente: "Poiché chiunque s’innalza sarà abbassato, e chi si abbassa sarà innalzato." (Luca 14:11) I bambini si mettono in punta di piedi e si accucciano seguendo le parole "Innalzare" e "Abbassare". 



- Illustrare il versetto con immagini. Scriviamo il verso in questione su un foglio o cartoncino e al posto di alcune parole mettiamo il disegno corrispondente. 

- Dividiamo i bambini in maschi e femmine, e diciamo loro che dovranno alzarsi in piedi e leggere il versetto una parola alla volta, dividendo il testo tra i due gruppi. Possiamo scrivere il versetto con due colori differenti per facilitare la comprensione della consegna. Ad esempio: "La tua parola è una lampada al mio piede ed una luce sul mio sentiero. (Salmo 119:105)

- Cantiamo più volte le parole del versetto con una melodia conosciuta tipo "Fra Martino", la musica è un ottimo veicolo per la memorizzazione!

Hai altre idee su come insegnare un versetto ai bambini in maniera simpatica? Lascia un commento qui sotto o scrivimi in privato per arricchire questo mini archivio!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...