giovedì 22 marzo 2018

Pasta da modellare al bicarbonato


Qualche anno fa ho scoperto la pasta di bicarbonato e maizena, qui i nostri primi esperimenti, bianca e liscia è perfetta per fare addobbi e in più non necessita cottura ma si asciuga all'aria. 
Quest'anno l'abbiamo usata per fare delle piccole uova da appendere al nostro albero di Pasqua. 



Vi ricordo le dosi: 2 tazze di bicarbonato, 1 tazza di maizena, e 1 tazza  e mezzo di acqua. 
Si mescolano gli ingredienti e si mettono in un pentolino sul fuoco. Si lascia lì un bel po' sempre mescolando, fino a che la pasta non comincia a staccarsi dal fondo e comincia a diventare corposa, poi si lascia raffreddare e si lavora un po'. Poi è pronta per l'utilizzo. Cospargete il tavolo con un po' di maizena per lavorarla al meglio. 


L'abbiamo stesa con il mattarello, ci siamo creati delle formine a forma di uovo schiacciando dei coppapasta tondi fino a farli diventare ovali,


poi abbiamo usato una cannuccia per praticare un foro dove inserire il nastrino per poter appendere le uova una volta finite. 


Le abbiamo fatte asciugare tutta una notte e il giorno dopo le abbiamo colorate con le tempere e con i pennarelli (più veloce quest'ultimo, ma con un risultato meno bello!). 


Visto che il bel tempo si fa attendere e avevamo ancora un pomeriggio da occupare, il giorno dopo le abbiamo abbellite con colla...


...e brillantini. 


Per un buon risultato, dopo aver messo la colla vinilica, si inondano le uova di brillantini, così si attaccano bene da tutti i lati e si ottiene un effetto 3D quando si asciugano. 


Poi basta capovolgere l'uovo e i brillantini in eccesso cadranno sul foglio, dal quale sarà facile recuperarli per rimetterli nella scatolina!


Bene, noi come decorazioni di Pasqua siamo a posto, ora aspettiamo solo che anche la primavera faccia il suo lavoro e ci regali un po' di fiori per abbellire e profumare la tavola! 


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...