sabato 9 maggio 2015

Papaveri


E' quasi la festa della mamma e tutto intorno i campi si riempiono di papaveri, il fiore preferito di mia madre. 




Qualche giorno fa siamo andati in un campo qui vicino per ammirarli e raccoglierne un po'...



però durano talmente poco e arrivati a casa erano già tutti sciupati e senza petali (anche perchè qualcuno continuava a mangiarli...). 



Ho guardato allora su pinterest se trovavo un'attività che riproducesse questo fiore, per poterlo ammirare ancora un po', e abbiamo trovato questa qui, che abbiamo prontamente imitato. 

Servono fogli, tempere (o colori a dita) e un pennello sottile. 



Intingiamo l'indice nel rosso e facciamo 4-5 impronte a cerchio, che saranno i petali. Poi con il nero facciamo un'impronta in mezzo ai petali e, dopo che il nero si è un pochino asciugato, concludiamo con un piccolo puntino giallo al centro. 



Con il verde e il pennello sottile facciamo i gambi e con qualche impronta rappresentiamo i boccioli ancora chiusi. 
Ora basta fare un po' di erba (sempre con le dita), o terra o grano, e il disegno di tarda primavera è completato. 



Anche a Lily è piaciuto il soggetto dei papaveri, ma lo ha interpretato in maniera diversa facendo un campo di grano giallo con solo qualche puntino rosso in lontananza a rappresentare i papaveri e puntini azzurri per i non-ti-scordar-di-me, e un mulino a vento. 



Buon weekend a tutti, chissà che qualcuno non resti ispirato da queste immagini e provi a rifarlo con i propri bambini? Fatemi sapere, mi incoraggia a scrivere ancora!

1 commento:

  1. Che belli! Anche noi abbiamo fatto lo stesso disegno qualche giorno fa, proprio con le dita come hanno fatto le tue bimbe! E tornando nella mia terra d'origine per un po' di vacanza le distese di papaveri mi hanno accolto con la loro allegria...
    A presto.
    Esther

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...