venerdì 29 marzo 2013

Gallo

Bubu-settetè!!!
Oggi finalmente si intravede un raggio di sole tra i nuvoloni, e spero proprio di riuscire a fare qualche visita in giro per la borgata!

A proposito di Pasqua questo è un lavoretto, idea ereditata da mia madre, di cui nei giorni scorsi mi sono chiesta il senso: le uova ok, ma cosa c'entra un gallo come lavoretto di Pasqua? Semmai sarebbe stato più logico fare la forma di una gallina che le uova le fa davvero...

Siamo sempre più confusi sulle festività, che nascono come cristiane e poi si mischiano con altre tradizioni, e alla fine non capiamo più cosa c'entra davvero con con la festa della resurrezione di Gesù e cosa invece è tradizione.

Stamattina invece ho avuto l'illuminazione leggendo nel vangelo di Marco il brano che parla del rinnegamento di Pietro che per tre volte ha affermato di non conoscere Gesù prima che il gallo cantasse...ed ecco risolto il mistero del lavoretto nella foto: in questi pochi giorni che ci separano dalla Pasqua il simbolo del gallo c'entra sicuramente molto di più di tante uova di cioccolato, e sembra farci la domanda: e tu, sei pronta ad essermi fedele anche quando i tempi si fanno duri?




2 commenti:

  1. Ciao! Hai avuto una bellissima idea con questo lavoretto "ricicloso" e l'aggancio con l'episodio del rinnegamento di Pietro è interessante davvero.
    Un abbraccio, buona Pasqua!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...