martedì 30 aprile 2013

Gioco "Il lupo e i porcellini"

Evviva! Domani facciamo la nostra prima grigliata dell'anno...in realtà ad una grigliata siamo già stati, ed era di beneficenza per la Lora foundation, un'associazione che lavora tra gli orfanotrofi e i disabili in Bulgaria, ma diciamo che è la prima nel nostro giardino!

A volte ci vuole un momento di stacco da tutti in cui stare bene in semplicità, e visto che tra pochi giorni ci sarà il compleanno di Franci anticipiamo i festeggiamenti già a domani e insieme alla carne ci sarà anche un ottimo (spero!) Cheesecake alle fragole...la ricetta l'ho trovata qua, domani vi dirò se è stata promossa ad entrare nel mio ricettario!




E visto che si prospetta una giornata all'insegna del sole e dei giochi in giardino vi descrivo ancora un altro gioco di gruppo divertentissimo che si può fare all'aperto: il lupo e i tre porcellini. 

lunedì 29 aprile 2013

Ancora sperimentazioni con la carta...



Durante il weekend è stato il compleanno di April Rose, la nostra terza figlia che abita nelle Filippine. 
Il biglietto di auguri e una piccola somma di denaro (che è stata trasformata in regali utili da chi le sta vicino) sono stati spediti già due mesi fa, perché i tempi postali e di traduzione non sono immediati...

venerdì 26 aprile 2013

Carta da regalo fai da te



Uno dei nostri riti serali è la lettura di una storia della Bibbia, ieri abbiamo terminato tutto il libro e così oggi siamo ripartiti da capo, con il racconto della creazione del mondo. E' sempre molto toccante leggere di come tutto all'inizio era stato creato perfetto

Prepararsi alla prova costume

   
La mia memoria da qualche anno a questa parte è un po' andata, ma per fortuna ci pensano i miei rotolini sulla pancia a ricordarmi che questo è stato un luuuuuuungo inverno! 
(No, non ne ho tanti come BB in questa foto!)

L'anno scorso di questi tempi purtroppo non avevo prorio di questi problemi perchè ero nel bel mezzo di una crisi di sindrome di colon irritabile (un vero incubo!) ma grazie all'aiuto di Dio ne sono uscita

Quest'anno invece sto molto bene, e visto che è inutile lamentarsi di qualcosa che non ci va a genio (in questo caso i chili in più), ho preso il problema di petto e mi sono creata la mia propria strategia anti-rotolini!

giovedì 25 aprile 2013

Lavoretto con il gesso

Per concludere il post di ieri, vi descrivo un lavoretto molto semplice che abbiamo realizzato con i frammenti di mattonelle che abbiamo trovato a Roma, ma che si può fare anche con piccoli sassolini o conchiglie. 

Il materiale necessario è: 



mercoledì 24 aprile 2013

Un tesoro nel degrado

Aprile quest'anno è veramente pazzerello, e con i continui sbalzi di temperatura, Lily si è beccata una brutta tonsillite con 40 di febbre. Ma visto che siamo chiuse in casa (e che mi concedono una mezzora di time-out) approfitto per fare un salto indietro nel tempo, al nostro viaggio a Roma di fine marzo. 


martedì 23 aprile 2013

Piccoli traguardi

Ok, le rughe e i capelli bianchi che aumentano sono un chiaro indizio, ma ti accorgi veramente che stai invecchiando quando....


domenica 21 aprile 2013

Tutorial coroncine di fiori


Uno dei miei libri preferiti fin da bambina è "Linnéas Jahrbuch" di Christina Bjòrk e Lena Anderson, in cui una bambina di nome Linnéa ripercorre un anno alla scoperta della natura e mese per mese dà informazioni sulle piante, gli animali della città e indicazioni per semplici lavoretti. Al mese di Giugno viene spiegato come fare le coroncine di fiori, ed è proprio leggendo le pagine di questo libro che ho imparato a realizzarle. Sono ideali per rallegrare una gita primaverile o un pick-nick, ma anche in testa ad una sposa o a delle damigelle farebbero un figurone!

venerdì 19 aprile 2013

Combinazioni floreali

Ieri siamo stati nuovamente al Parco Sigurtà (Valeggio)...ormai è un appuntamento fisso in primavera e autunno, ed ogni volta rimaniamo incantati dalla meraviglia dei fiori, dagli alberelli su cui arrampicarsi, dai tappeti erbosi su cui camminare scalzi, dagli scoiattoli e dagli altri animali. 



Abbiamo beccato in pieno la fioritura dei tulipani....scegliere una foto tra le mille che abbiamo scattato è impossibile, quindi ho fatto un collage per ognuno di noi. 


mercoledì 17 aprile 2013

Manualità fine 2: L'ago e le perle

Cosa sarà l'oggetto misterioso tra le mani della bambina sulla foto? 



























Per chi ha detto "un elefante rosa": mi dispiace, ma dovete comprarvi gli occhiali.

martedì 16 aprile 2013

Manualità fine 1: gara di macchinine

Per non trascurare la rubrica della Psicomotricità, pubblicherò oggi e nei prossimi giorni tre semplici attività da fare a scuola o a casa con i bambini, per stimolare la loro manualità fine. 

La prima attività è "La corsa delle macchinine", di cui anche Quando fuori piove aveva scritto qualche tempo fa. 


lunedì 15 aprile 2013

Piccole promesse di dolcezza



I vicini continuano a farmi i complimenti per il mio balcone in fiore, ma non sanno che vicino a tanta opulenza...



...ci sono anche delle piccole promesse di dolcezza...


...quando loro saranno pronte (avete capito cosa sono?), riceverò ancora complimenti o solo sguardi abbassati e colpevoli perché qualcuna, di nascosto,  se la sono mangiata? 



domenica 14 aprile 2013

Sono sbocciati!!!


Finalmente stanno cominciando a sbocciare!!!
A novembre e  a gennaio li abbiamo piantati, a fine gennaio hanno cominciato a spuntare le prime punte, e ora la grande soddisfazione di poter fare dei mazzi da mettere in tavola! 
Buona domenica a tutti!

sabato 13 aprile 2013

I menù di Benedetta...e Letizia

Un piccolo lusso che mi concedo quando stiro è quello di guardare uno dei Menù di Benedetta Parodi su internet, e devo ammettere che diverse volte ho già trovato qualche ricettina da sperimentare. 

Da un po' anche Letizia ho scoperto la sua passione per la cucina, e capita che mi prepari degli interi menù con la pasta modellabile fatta in casa dopo che ha guardato con me una delle puntate su internet. 



Qualche giorno fa abbiamo guardato un menù dedicato ai bambini, ci siamo fatti degli appunti e per la prima volta Lily ha potuto preparare la cena per tutta la famiglia. 

Il menù era composto da uova dentro al toast e piselli al burro. 
I passi da seguire sono:
  1. Ritagliare un cerchio nel toast.
  2. Mettere burro in una padella e poi disporvi le fette di pane con il buco (e se c'è spazio anche le parti ritagliate, che diventeranno crostini).
  3. Dopo qualche minuto girare le fette di pane e versare l'uovo nel buco (le uova gliele rompevo io una per volta in una scodellina), e aggiungere un pizzico di sale. 
  4. Coprire e cuocere a fuoco basso fino a che l'uovo è cotto. 
  5. Mettere un po' di burro a scaldare in un'altra padellina e soffriggervi lo scalogno (tagliato precedentemente dalla mamma) e aggiungervi poi i piselli in scatola e salare. 
  6. Servire con il sorriso su una tavola apparecchiata con cura da delle bambine :-)




PS: la cosa interessante è che a Letizia non piacciono le uova, così invece ne ha mangiate un po'....la prossima volta metterò una puntata piena di ricette con le verdure, chissà che non mi mangino anche quelle!

giovedì 11 aprile 2013

Gioco di gruppo: L' Uomo di ghiaccio


Sono due giorni che giochiamo fuori in giardino e ancora non riusciamo a crederci completamente....la bella stagione è arrivata!
E allora eccovi un gioco ideale per fare tanto movimento unendo un po' di regole e tanto divertimento: l'uomo di ghiaccio!
Se capita che domando ai bambini durante l'ora di psicomotricità cosa vorrebbero fare, la risposta in genere è proprio questo gioco. 

Età: dai 4 anni in poi

Materiale: 

  • qualcosa per contraddistinguere l'uomo di ghiaccio, tipo una vecchia maglietta bianca, ma basta anche un foulard legato in vita.
  • uno stereo (ma non è indispensabile, basta scandire i tempi a voce)
  • uno spazio non troppo ampio, altrimenti chi prende si scoraggia. 
Le regole del gioco:
  • Uno o due bambini (dipende da quanto è grande il gruppo) vengono scelti come uomo di ghiaccio e indossano la maglietta bianca. 
  • Quando la musica parte gli altri bambini devono scappare per non farsi prendere. 
  • L'uomo di ghiaccio deve cercare di toccare più bambini possibile. 
  • Chi viene toccato dall'uomo di ghiaccio resta immobile con le braccia e le gambe divaricate, perché il super-potere dell'uomo di ghiaccio è appunto di ghiacciare le persone. 
  • Per venir liberati un altro bambino deve passare sotto alle gambe del bambino ghiacciato, il quale sarà di nuovo in grado di correre e scappare. 
  • Mentre un bambino passa sotto alle gambe di un altro per liberarlo non può essere preso dall'uomo di ghiaccio. 
  • Ogni tanto si spegne la musica e tocca ad un altro bambino il ruolo di uomo di ghiaccio. 
Il divertimento è assicurato!


mercoledì 10 aprile 2013

Festa di primavera con girandole di carta



Evviva, oggi pomeriggio c'era il sole! La mattina era fredda e con la nebbia e poi dopo pranzo, come per magia, è sbocciata la primavera...e visto che aspettavamo delle amichette per giocare abbiamo improvvisato un festicciola di primavera nel giardino. 




Prima di tutto abbiamo pensato a una merenda colorata da preparare, e mi sono venuti in mente i cookies con gli smarties di cui avevo letto sul blog La casa nella prateria, la ricetta è come quella che ho pubblicato qui ed è un nostro cavallo di battaglia, solo che invece della cioccolata fondente abbiamo messo gli smarties piccolini e al posto della vanilina un po' di cacao amaro. 



Arrivati i bambini abbiamo dato inizio ai giochi...zuppe di fiori ed erbe, gallerie  e piramidi di sabbia e persino una capanna tutta fatta da soli. 




Poi merenda e lavoretti: abbiamo rifatto i fiori con i rotoli della carta igienica (spiegati qua) utilizzando gli acquerelli al posto delle tempere, e poi delle girandole di carta che hanno avuto molto successo e che, dopo aver decorato la tavola della merenda, ora decorano il mio balcone. 

Ecco il tutorial come realizzarle:



Materiale: un quadrato di carta colorata, una cannuccia, uno spillo, un tappo di sughero e un po' di aria nei polmoni!!
Si procede così:

  1. Piegare il foglio a triangolo.
  2. Piegare il triangolo a metà.
  3. Aprire il foglio e tagliare lungo ogni piega ottenuta fino ad un cm dal centro del foglio.
  4. Infilare uno spillo su una punta sì e una no e concludere bucando il centro del foglietto.
  5. Dietro la girandola ottenuta infilare una cannuccia sullo spillo e dietro alla cannuccia bloccare lo spillo con un pezzo di tappo di sughero.
  6. Riempirsi le guance e soffiare oppure correre tenendo la girandola in mano. 
Questo lavoretto non è indicato per bambini piccoli in quanto potrebbero facilmente togliere il sughero e ferirsi con l'ago.



Con questo post partecipo a:


Diario di una Creamamma

martedì 9 aprile 2013

Bilinguismo: varie attività semplici da realizzare


Come vi racontavo qui, siamo una famiglia bilingue e da ormai 5 mesi sto dando lezioni di tedesco anche a Davide, un bambino di 6 anni nostro vicino di casa. 
La richiesta della mamma di Davide era di svolgere attività molto light per non caricare il bambino eccessivamente, e di svolgere il tutto con la presenza delle mie bambine, e a tali disposizioni mi sono attenuta: abbiamo usato giochi da tavola, giochi motori e anche il gioco simbolico (ad esempio fare la spesa).



sabato 6 aprile 2013

Telaio di lana fai da te


Che mi sono riposata a Roma l'ho già detto più volte, però stare con le mani in mano per me non è vero riposo, perché la testa continua poi a lavorare e non riesci a stare dietro ai pensieri. 
Così mi sono portata dietro i ferri e l'uncinetto, e devo dire che è stata la terapia giusta per me! Come si vede dalle foto sono alle prime armi e sono riuscita a realizzare solo due copertine per le bambole e un top all'uncinetto...meno male che le bimbe apprezzano!


La cosa migliore per le bambine è stata che avevano a disposizione una nonna a pieno tempo con cui fare mille attività! Grazie Oma!!!
Dei lavoretti e delle passeggiate però scriverò un'altra volta, quanto riguarda i giochi invece molto successo lo hanno avuto i giochi da tavola e il trenino di legno. 

Un altro gioco che è piaciuto molto a Lily è stato quello che si vede nella foto in alto a destra: è composto da una struttura a forma di esagono che si deve riempire con tanti triangolini colorati. Ogni volta si possono variare i colori e la loro alternanza. 
Mi piacerebbe comperarlo (visto che anche io da piccola ci giocavo le ore!) ma non so come si chiami e nei negozi non l'ho mai visto....



























Una grande scoperta è stato il telaio di legno sul quale tessere dei veri e propri capolavori!
Tessere è un'attività che piace molto ai bambini (lo dico per esperienza personale...quante ore ho passato a tessere da piccola!) ed è più semplice del Tricotin, dell'uncinetto e simili, per avvicinare i bambini a lavorare la lana. 

Realizzare un telaio è veramente molto facile, quello che serve è :

  • un marito-manny-tuttofare che vi taglia delle assi di legno e le unisce con dei chiodi, oppure una vecchia cornice robusta da poter riciclare a tale scopo;
  • circa 30 chiodi che andranno conficcati a distanza regolare sulle due assi più piccole;
  • della lana o dello spago che andrà teso tra un chiodino e l'altro, su e giù, a formare la base del telaio;
  • un ago dalla punta arrotondata o un'assicella di legno, come si vede in foto, con la quale tessere la lana, andando su e giù tra un filo del telaio e l'altro. 
Il nostro primo pezzo non è ancora finito, di pazienza ce ne vuole un bel po'....lo pubblicheremo quando sarà completo!


giovedì 4 aprile 2013

Passatempo in treno



Eccoci ritornate a casa! Fare un viaggio in treno è sempre una bella esperienza per i bambini (per le mamme a volte un po' stancante!). 
Sul web girano mille idee di kit da viaggio da portarsi dietro per passare il tempo...noi abbiamo portato lo stretto indispensabile e poi ci siamo arrangiati come abbiamo potuto per il resto:



Carta e colori....e così vai di disegno libero e di percorsi e cruciverba fai da te creati dalla mamma al momento. 



Un piccolo domino tascabile e poi abbiamo fatto tutte le versioni dei classici giochi da viaggio: Chi vede più animali (accompagnato da urli di entusiasmo di BB che credo abbiano portato allo sfinimento tutti gli altri passeggeri!), Io vedo una cosa che tu non vedi ed è..., Il gioco delle rime, Il gioco dell'io penso a una cosa indovinate che cos'è...ecc...




Poi in concomitanza delle gallerie al passaggio degli appennini ci siamo sbizzarriti con le facce buffe riflesse nel finestrino....


salire, posizione, salto e dondolata!!!!
Poi per la più scatenata un po' di ginnastica e di corse nel corridoio (giusto per infastidire ancora un po' gli altri passeggeri). 



E per l'ultima mezz'ora di viaggio, che tutte le mamme sanno è la più dura, un bell'asso nella manica....gli avanzi del nostro Osternest (nido di Pasqua)!

mercoledì 3 aprile 2013

Multitasking

immagine del web


Che al giorno d'oggi si debba essere donne multitasking non c'è dubbio. Che io abbia per le mani sempre almeno 10 progetti diversi ai quali durante la giornata vanno i miei pensieri, anche questo è assodato. Ma che io mi senta a mio agio in questo ruolo è del tutto discutibile. 

Questa pausa totale durante le vacanze di Pasqua mi ha dato modo di staccare un po' la spina e mi ha dato modo di rilassare completamente il cervello in genere iperattivo...oggi si torna a casa, e insieme alla gioia di rivedere mio marito si fa largo in me il senso di inadeguatezza a fare tutte le cose che mi aspettano al rientro: il ménage famigliare (e se sei una donna che leggi sai che carica ha già solo questa parola....), gli impegni lavorativi e le decisioni che dovrò prendere nell'ambito lavorativo, gli impegni in chiesa, gli impegni verso i parenti e gli amici che non voglio trascurare in tutto ciò, gli impegni di volontariato che mi sono presa per i prossimi mesi.....ce la farò?

In mezzo a tante incertezze e tanti impegni due sicurezze come sempre ce l'ho: la più grande è che Dio mi aiuterà ad affrontare una cosa per volta e con serenità, l'altra è che anche umanamente non sono mai sola ma ho uno splendido marito che mi sostiene in tutto ciò che affrontiamo ogni giorno. 



martedì 2 aprile 2013

Gioco anti-noia



Con questo tempaccio che non migliora alzi la mano chi non ha bambini annoiati in casa!
Esatto, nessuno alza la mano, perché per quanto si possa essere creativi prima o poi lo stare in casa stufa comunque. 
Per oggi credo che alle mie bimbe proporrò questa attività che ho fatto tempo fa con i bambini alla materna per stimolare la coordinazione generale, l'attenzione e l'equilibrio: portare noci (o l'interno degli ovetti kinder, o piccole patate, o ovetti di cioccolato) su un cucchiaio in giro per casa. 
Lo so, quest'attività non è una novità, ma i vantaggi che io vedo sono:

  1. i materiali li abbiamo in casa sicuramente;
  2. non servono grandi preparazioni e mettere a posto dopo è un attimo;
  3. è un gioco di movimento ma non scatenato e quindi fattibile anche in spazi ristretti;
  4. è possibile proporlo in mille varianti: a gara se i bambini sono almeno due; con ostacoli per i bambini dai 5 anni in su, a slalom tra le sedie (come nella foto con i mattoni), facendo i conigli di pasqua che vanno a spasso per le varie stanze nascondendo l'ovetto alla fine da qualche parte e l'altro lo deve cercare, con gli occhi bendati, tenendo il cucchiaio con la bocca...
PS: comunque io sono a favore dell'abolizione dei giorni di pioggia durante le vacanze!!!!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...