giovedì 28 febbraio 2013

Fiore chupa-chupa

Ci siamo, ci siamo...un po' acciaccati, ma ci siamo! Insieme a Lily mi sono beccata anch'io l'influenza (con tanto di gastroenterite come bonus!) e quindi sono giorni che ci spariamo tachipirina, cartoni disney e dormiamo nel lettone insieme passandoci il termometro e i fazzoletti! 
Oggi stiamo un po' meglio, in più fuori è proprio una giornata primaverile e  con gioia ho notato il primo fiore piantato da noi sbocciato nel giardino: il crocus giallo!



E a proposito di fiori...guardate che carino questo fiore-chupa-chupa che le bimbe hanno portato a casa dal compleanno di una loro amichetta! Ovviamente l'ho subito smontato per vedere com'era fatto, ed è molto semplice e sicuramente lo rifaremo ad una delle prossime feste!



E' una buona idea per riciclare tutti i chupa chupa che regalano alle bimbe e che io sistematicamente faccio sparire per evitare qualche carie...

Con questo post partecipo al linky party di Creamamma:


Diario di una Creamamma

domenica 24 febbraio 2013

Caro diario...di aste giudiziarie e culti famiglia

E' domenica sera e invece di sentirci pronti ad iniziare una nuova settimana, ci sentiamo un po' giù...il weekend è stato pienissimo, Lily ha di nuovo un febbrone da cavalli e Franci è in arretrato di sonno non so quanto...help!!!

Oltre a due feste di compleanno, questo weekend ci ha visti impegnati a preparare e poi a guidare il culto-famiglia di oggi in chiesa (culto-famiglia vuol dire che il culto è più semplice del solito perchè anche i bambini possano  capire interagire). 
Il tema scelto era il primo comandamento "Io sono il Signore, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avere altri dei oltre a me" e tra le altre cose abbiamo riflettuto sul fatto che seppure diciamo che no, non ci prostriamo davanti ad altri dei, di fatto  spesso ci sono cose che prendono un posto di preminenza nelle nostre vite (soldi, hobbies, affetti) diventando per noi più importanti di Dio stesso...un buono spunto per iniziare la settimana ri-tarando le nostre priorità!

Un altro avvenimento interessante di questo weekend è che sabato mattina siamo andati ad un'asta fallimentare. Ultimamente tutti ce ne parlavano e siamo rimasti incuriositi, così sabato mattina presto eccoci in fila con altre persone davanti all'asta aspettano che aprisse e poi che ti facessero entrare un po' per volta. Una volta dentro è come in un negozio: c'è la merce esposta e prezzata, con prezzi veramente bassi rispetto a quello originale, ma gli articoli sono ovviamente limitati a quanto era rimasto nel negozio d'origine. Noi non avevamo bisogni particolari, e quindi non abbiamo fatto grandi acquisti, giusto qualcosa per la casa tipo i cuscini per le sedie della cucina e qualche robetta per lavoretti. 
Sono andata via però con sentimenti contrastanti, in minima parte c'era il piacere di aver fatto dei "buoni affari", molto grande era invece la riflessione sui negozi falliti, sulle persone ora senza lavoro, e sulle centinaia di persone in fila in attesa di poter entrare: c'erano italiani, extracomunitari, famiglie con carrozzine, anziani, tutti lì al freddo ad aspettare (gli ultimi anche diverse ore), sempre cercando un po' di superare, e sempre sperando che quello davanti a te non ti soffiasse l'affare della giornata...non so come dire, mi ha messo un po' di tristezza, ecco...non so se ci riandrò molto presto.

Lasciamoci con una nota di felicità e speranza guardando questa faccetta furbetta che indossa con orgoglio il giacchino e le calzette nuove arrivate da Roma (e fatte a mano da Oma naturalmente!)


PS: non fate caso alle ginocchia nere, grazie!!!

venerdì 22 febbraio 2013

Riordinando i Best Sellers



Le pulizie di quasi-primavera continuano a casa nostra....questa volta è toccato alla libreria in salotto, e gran parte del merito va al caro maritino che nel suo giorno libero ha smistato tutti i libri, ha riempito ben tre scatoloni di libri da regalare alla libreria, e ha riordinato i rimanenti secondo un criterio logico (e non secondo il mio ordine sparso....). 
Anche con le bimbe mi sono messa un pomeriggio a riordinare la zona libri-da-bambini e noto con piacere che si è ormai allargata a ben 6 ripiani belli zeppi, oltre a vari libri sparsi sui nostri comodini e in certi nascondigli segreti di Lily...ammetto che ci sono vari libretti ormai superati per età, ma non riusciamo proprio a disfarcene a cuor sereno, e quindi li teniamo ancora un po'...per sicurezza...


I nostri best sellers li abbiamo messi a parte sul ripiano della credenza per dargli un posto d'onore...tra di essi spiccano la versione illustrata de "La collina dei conigli" di Richard Adams e ovviamente vari titoli C.S. Lewis che entrambi amiamo molto, nonchè James Herriot che io adoro per la sua semplicità, il Signore degli anelli, un classico amato da Franci, e i mattoni di Ken Follet...e non per ultimo in quanto a gradimento il caro Baudolino di Umberto Eco. 
Cavoli, mi è venuta voglia di rileggerne almeno tre o quattro....è che sono tutti libri che non puoi sperare di goderti leggendone poche pagine la sera prima di dormire, dovrò aspettare le vacanze...

giovedì 21 febbraio 2013

Arrivano i pinguini

Pinguino-melanzana...ormai un po' ammuffito!

Aiuto, arrivano i pinguini!!!!
Non so da voi, ma qua c'è un vento freddo e tagliente e da qualche ora ha ricominciato a nevicare. Qualche giorno fa una mia carissima amica è venuta a trovarmi dalla lontana Roma insieme a suo marito...le visite sono sempre molto gradite, e quando sono persone a cui vuoi bene la gioia è ancora di più! Inoltre questa amica non viene mai a mani vuote e come se sapesse che sarebbe tornato il freddo glaciale, guardate che simpatico centrotavola mi ha portato! 
Realizzarlo è semplice e l'effetto è stupendo: servono 1 melanzana, una carota, degli stuzzicadenti per attaccare i piedi al corpo, degli spilli con la capocchia nera e della mollica di pane per fare gli occhi.
Approfittando del fatto che l'argomento di quest'anno alla scuola materna è l'alimentazione le bimbe l'hanno voluto mostrare anche lì e ha avuto molto successo tra le maestre.


Altro motivo per cui la visita dei nostri amici ci ha rallegrato è stato anche che abitano vicinissimi a casa di mia madre e lei li ha arruolati come corrieri espresso per mandarci dei regali...in foto potete vedere quello che ho più gradito io: 10 piantine di primule! (Gli altri hanno apprezzato di più le caramelle!)
Ora insieme ai tulipani e ai narcisi che continuano a crescere, le primule mi danno un grande conforto promettendomi che la primavera non è poi tanto lontana!

mercoledì 20 febbraio 2013

Minestrone di fagioli

Evviva il mercoledì mattina!!! Ebbene sì, salvo malattie delle bimbe e turni strampalati di mio marito, il mercoledì mattina è tutto mio pechè sono a casa dal lavoro. 
Lily ieri sera mi faceva notare di quanto sia ingiusto che loro debbano andare a scuola mentre io posso stare a casa, ma dopo averle spiegato il mio doppio lavoro (psicomotricista e casalinga) ha convenuto che una mattina da sola, per sistemare la casa e preparare un po' da mangiare in anticipo per gli altri giorni, mi serviva. 
E a proposito di cucinare ho giusto finito ora di preparare il mitico "Minestròn de fasoi" di mia suocera e che, cosa strana, tutti e 4 amiamo molto mangiare!

Gli ingredienti sono sani e nutrienti e da dosare a occhio, in quanto mia suocera, cuoca eccellente, non usa mai pesi o misure: 
- fagioli borlotti secchi messi in ammollo la sera prima
- 1 o 2 patate tagliate a pezzi
- 1 cipolla tagliata in quattro
- acqua e sale (io metto il dado vegetale homemade)
- se si vuole una puntina di concentrato di pomodoro (io non la metto)
- peperoncino (che noi però aggiungiamo sul piatto agli adulti)
- pasta mista o spaghetti spezzettati

Bisogna mettere nella pentola a pressione tutti gli ingredienti eccetto la pasta e far cuocere una mezz'ora, dopodichè si passa tutto al passaverdure o, per chi lo gradisce, si possono lasciare da parte un pò di fagioli interi da aggiungere alla fine. Una parte del minestrone si lascia raffreddare e si congela per un'altra volta, mentre il resto si riscalda e ci si cuoce dentro la pasta. 
Servire con olio evo a crudo e con ciabattine croccanti da inzupparci!

Bene, ora che ho la cena pronta per stasera, posso dedicarmi ad un pomeriggio tranquillo con le mie bimbe, chissà cosa combineremo oggi?!?!


lunedì 18 febbraio 2013

Timbri DIY


Complici le varie influenze, ho avuto modo di mettere un po' a posto vari angoli della casa (sempre con il rischio di trovare qualche cadavere!) e così ho ritrovato dei resti di "carta-gommapiuma" e ho provato con le bimbe a fare dei timbri di cui ho sentito parlare in giro in rete (tipo qua). 
Alcune forme le abbiamo fustellate (come la paperella), mentre altre le abbiamo disegnate e poi ritagliate noi...BB ci ha passato molto tempo visto che ha la passione per i timbri, l'unico inconveniente sono le mani sporche d'inchiostro alla fine che non se ne va tanto facilmente!

PS: importante ricordare che le lettere vanno attaccate al tappo al contrario....noi ci siamo ricordate in extremis!


domenica 17 febbraio 2013

Roselline



Sempre aspettando la primavera abbiamo fatto questo centrotavola con le roselline viste sul blog Priorità e passioni (dove potete vedere il tutorial se vi interessa). 
E' molto semplice realizzarle e anche i bambini riescono a farle (con molta soddisfazione!) e in più viene stimolata la loro manualità fine. E' sufficiente della carta colorata, una scodellina per fare una sagoma tonda, delle forbici per ritagliare la sagoma a spirale...e poi serve un po' di pazienza per arrotolare (iniziando dall'esterno) la spirale che si ottiene e  il gioco è fatto. Noi colla alla fine non ne abbiamo messa ma abbiamo adagiato le roselline in una ciotolina d'acqua e abbiamo constatato che restano belle per tanti giorni. 
La prossima volta che vado in un negozio Ninety-nine cercherò un po' di sabbia o sassi colorati da mettere sul fondo per un effetto un pò kitsch!

Buon inizio settimana a tutti...noi speriamo di iniziarla con un po' di nervosismo in meno (che in questi giorni abbonda tra me e le bimbe) e un po' di salute in più. 


Con questo post partecipo al linky party di C'è crisi!

Linky Party 2013

sabato 16 febbraio 2013

Di malattie, terme e uccellini

Biscotti di S.Valentino

Ammalata BB, guarita BB e ammalata Lily, guarita Lily e ri-ammalata BB....ecco il resoconto delle ultime settimane qua a casa nostra, e visto che le bimbe hanno il monopolio del computer per vedere i cartoni quando sono malate, il tempo per starci io è molto limitato, vediamo se mi concedono questo post!

Una cosa bella però c'è stata questa settimana: con la scusa di S. Valentino ci siamo presi una mezza giornata di coppia e siamo andati in un posto favoloso: le terme Aquardens. Acqua calda in tante vasche diverse, idromassaggi a non finire, un fiume e vasche esterne in cui lasciarsi trasportare dalla corrente mentre intorno a te sta nevicando...e pensate che abbiamo anche avuto il coraggio ben 3 volte di uscire dalla vasca con l'acqua calda e di tuffarci in quella con l'acqua gelata (il tutto all'aperto!)...è incredibile la sensazione di benessere che si ha dopo tornando nell'acqua calda! (no, non si muore d'infarto come credevo io!)



Inoltre approfitto di sfatare un mito: vi ricordate della mangiatoria per uccelli che avevamo fatto? Ebbene, l'esperimento era poi miseramente fallito perché faceva ancora troppo caldo e il grasso ha cominciato a sciogliersi e ad ammuffire. Invece da quando nevica abbiamo cominciato a mettere un sottovaso con briciole di pane e di dolce, uvetta, pezzetti di mela o croste di formaggio, e ora abbiamo almeno 4 affezionati clienti al nostro ristorante che possiamo osservare da molto vicino: merli (maschio e femmina), pettirossi, e anche un gattino!


lunedì 11 febbraio 2013

Wuerstel nel sacco a pelo

Collage non molto pittoresco...pesci e wuerstel....
Ieri, per festeggiare la guarigione di BB, ci siamo presi una domenica libera dagli impegni in chiesa e abbiamo fatto una gita all'acquario Sea life di Gardaland, così abbiamo potuto ammirare la meraviglia della creazione da vicino!
Io in realtà non è che apprezzo più di tanto l'acquario che per me è comunque sinonimo di gabbia e quindi ne farei anche a meno. Per le bimbe invece è sempre molto emozionante, in più questa volta abbiamo potuto assistere a come davano da mangiare agli squali e abbiamo visto anche un interessate documentario sui pesci nel lago di Garda. 

Per rendere la giornata ancora più speciale abbiamo mangiato i "Wuerstel nel sacco a pelo", un grande classico di mia madre (nome originale in tedesco "Wuerstchen im Schlafrock") e molto apprezzato dai bambini. 

Gli ingredienti sono: 
- impasto della pizza (500 g farina, 250 ml acqua, 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaio di olio, lievito di birra)
- wuerstel (piccolini, o grandi tagliati in 4 parti)
- formaggio tipo emmental grattuggiato
- concentrato di pomodoro
- uovo per spennellare (facoltativo)

Dopo la lievitazione dell'impasto della pizza basta stenderla e ritagliare tanti quadrati quanti sono i wuerstel. Quindi su ogni quadrato si mette un po' di concentrato di pomodoro, il wuerstel e un po' di formaggio grattugiato. Si chiudono bene e si spennellano con il rosso dell'uovo, completando con una spolverata di sale e un po' di formaggio su ogni "sacco a pelo". Si inforna come la pizza fino a che sono dorati e croccanti.

PS: ottimi anche con un ripieno di cipolle e pancetta, o di speck e patate!


domenica 10 febbraio 2013

Torta con gli smarties



Un grande classico della nostra famiglia è la torta al cacao senza grassi e uova...è talmente facile da fare che ogni volta che arriva un compleanno delle bimbe accolgo con estremo sollievo la loro richiesta della torta con gli smarties, visto che ci sono sempre mille altre cose da preparare per la festa. 

Anche ieri, volevamo pasticciare un po' in cucina e così oltre a delle buonissime meringhe al cocco abbiamo fatto la nostra solita torta al cacao, anche perchè Lily aveva deciso di festeggiare il compleanno della sua bambola...e che compleanno è senza torta!?!?



Il procedimento è molto semplice: mescolate 200 g di farina, 150 g di zucchero, 50 g di cacao amaro in polvere, 1 bustina di lievito e poi aggiungete un bicchiere di latte (o poco più). Infornate 20-30 minuti a 180° e il grosso del lavoro è fatto...poi resta solo  la parte più godereccia: la decorazione!
Tagliate a metà la torta e farcitela con abbondante crema alla nocciola, poi se volete potete metterne anche un po' sopra perché funga da colla per attaccare confettini colorati, codette, e zuccherini....e parte più importante: non dimenticate di leccare il coltello alla fine!!!



PS: e se di smarties non potete proprio farne a meno guardate anche la ricetta con i cookies con gli smarties!




Con questo post partecipo a: 

Create your own banner at mybannermaker.com!

sabato 9 febbraio 2013

Tre progetti di primavera

Malattia = noia ? Mai! Specialmente quando la febbre comincia ad abbassarsi e fuori c'è una giornata di sole splendente che ti invoglia a creare un pò di primavera in casa (...sì, lo so che lunedì mette neve, ma comunque non manca più tantissimo al 21 marzo!)

Siamo partite con le nostre solite vetrofanie a tema stagionale...dopo le foglie, le gocce di pioggia e le ghiande dell'autunno, e dopo il pupazzo di neve e le candele dell'inverno, ecco spuntare i fiori della primavera insieme a qualche farfalla!


Poi con dei rotoli di carta igienica abbiamo fatto questi fiori da appendere al vetro (ho preso spunto dalle stelle di natale sul blog di priorità e passioni), è bastato schiacciare il rotolo e poi tagliarlo ad anelli di 1 cm, colorare gli anelli con le tempere e i glitter e infine spillarli insieme a forma di fiore.


E infine, visto che ci mancava qualcosa per la porta d'ingresso, ci siamo inventate queste margheritine di carta: abbiamo tagliato a metà un foglio bianco, lo abbiamo piegato a mò di ventaglio, lo abbiamo piegato a metà e incollato le due estremità per formare un tondo, poi con il cartoncino vi abbiamo aggiunto un cerchio giallo per il mezzo, due foglie verdi che spuntano da sotto e una piccola ape che succhia il nettare.


E ora scusate ma scappo...le meringhe al cocco e la torta al cioccolato sono pronte e sento che Lily ha quasi finito i preparativi per la festa a sorpresa per Evelyn (la sua bambola) e io non vorrei arrivare in ritardo!!!

venerdì 8 febbraio 2013

Merenda per guarire



BB ormai è al 5° giorno di influenza...la febbre va e viene, l'appetito invece se n'è andato dall'inizio e non torna, anzi ieri sera ha avuto anche forte diarrea e coliche, e così la mia Bibbolona, famosa per il suo appetito e le sue ciccie, sta dimagrendo sempre più.
Allora oggi, visto che stava un pochino meglio ho cercato di tentarla a fare una merenda sana utilizzando le sue pentoline di ceramica ricevute al compleanno, e come vedete dalla foto ho avuto un grande successo!
In una teiera ho messo yogurt liquido ricco di fermenti lattici, sopra a 4 piattini ho messo delle fettine di banana che lei ha potuto condire da sola con una caraffina di spremuta di limone e con lo zucchero...e per la mia gioia ha fatto il bis di tutto! 
A volte basta proprio poco per rendere felice una mamma e una bambina!
Buon weekend a tutti!

giovedì 7 febbraio 2013

W le cuoche!!!

Sfilata di carnevale

E' arrivato il carnevale...in realtà non è una festa molto sentita da noi dato che le bimbe abitualmente girano vestite da spagnola e da principessa-fatina per casa, tanto che la nonna si meraviglia quando le vede vestite normalmente!
Comunque la sfilata per il paese non ce la siamo persa domenica scorsa, anche perchè è proprio un bel momento di amicizia con i vicini e i compagni di scuola...quest'anno abbiamo addirittura sfilato anche noi in prima fila insieme alla scuola materna, travestite da cuoche lanciando i coriandoli con la cucchiarella da due vecchie pentole mezze arrugginite (vedi che non bisogna mai buttare niente!)...e da brave cuoche che si rispetti non ci siamo fatti mancare un premio culinario alla fine: degli ottimi panini con la "bondola" (detta "mortazza" a Roma e "mortadella" nel resto dell'Italia!). 
Domani poi ci sarà la festa a scuola, peccato solo che BB ha la febbre da lunedì e ancora non passa...rimedieremo con una festina a casa quando sarà guarita!

PS: avete mai notato come è facile fare un bel travestimento con poche cose? A noi è bastato il cappello del cuoco DIY (di cui ho parlato qui), il grembiulino (ne esistono da bambini ma anche da adulto va bene, basta addattarlo un pò), qualche pentolina appesa al collo, una vecchia pentola per contenere i coriandoli e qualche alimento disegnato sulle guance (...perchè senza trucco che travestimento è?!) ...e il gioco è fatto!


www.bricolage-ricette.com

&nbsp

mercoledì 6 febbraio 2013

Terza figlia

 April Rose a 12 anni (foto centrale)

In realtà, più che terza figlia, April-Rose è la nostra prima figlia in ordine cronologico , in quanto l'abbiamo adottata a distanza nel 2005 e quindi molto prima che nascessero Letizia e Benedetta. 
A volte si tende a "fare la carità" o a mandare dei soldi in beneficienza, tanto per lavarsi la coscienza e per poter dire "Ecco, la mia parte l'ho fatta!", ma non funziona così con Compassion, l'organizzazione che funge da tramite tra noi e April-Rose: fin da subito si instaura una relazione epistolare, prima ci scriveva la mamma e poi, quando ha cominciato ad andare a scuola, anche April-Rose ci aggiorna con regolarità per raccontarci la sua vita, le piccole conquiste, le esperienze fatte. 
E come si fa a non rispondere, a non raccontare di noi, a non mandare foto e figurine e bigliettini di compleanno...ed ecco che sei coinvolto, che la foto che hai di una bambina che abita a chilometri di distanza diventa quella di una parente e ogni sua lettera ti dona gioia e ti da nuovi spunti per pregare per lei e per la sua crescita serena. 
Abbiamo passato come famiglia periodi in cui eravamo veramente "poveri" nei termini occcidentali: niente casa, niente lavoro, macchina rotta...ma stranamente i 30 euro al mese da mandare a April-Rose non sono mai mancati, quando noi decidiamo di impegnarci, è Dio stesso che ci aiuta a mantenere l'impegno...l'unica domanda è "Sei disposto a farti coinvolgere emotivamente?"
Allego un piccolo video che presenta l'opera di Compassion ... e per vedere quante altre possibilità ci sono di aiutare (tipo le galline mandate in Rwanda di cui ho parlato qui) oltre al sostegno a distanza fate un salto sul sito di Compassion!






venerdì 1 febbraio 2013

Un cenno di vita

La stanchezza ultimamente è tanta...sarà che sentiamo da lontano l'arrivo della primavera? O forse è che stiamo incubando qualche malattia? O forse semplicemente è che siamo sempre impegnati tra lavoro, scuola e inviti ad amici....boh! Comunque oggi mollo i piatti della cena nel lavello (tanto domani è sabato!) e dò un cenno di vita tramite questo post a parenti e amici lontani :-)




Le ultime creazioni con le bimbe sono state i cappelli da cuoco che ho trovato sul blog fiori in testa e che ci serviva proprio perchè il tema della scuola quest'anno è l'alimentazione e per la sfilata dobbiamo vestirci tutti da cuochi...comunque a parte questo sono stati un bel passatempo perchè le bimbe subito si sono messe a giocare a cuoche e mi hanno preparato una buona cena a base di stelle filanti e monetine!

Altra creazione che ho trovato assolutamente geniale è stata lo "spara-palline" costruito con un vasetto vuoto di yogurt, al quale viene tagliato via il fondo, e un vecchio palloncino tagliato che viene incollato con il nastro adesivo alla base del vasetto...inutile dire che questo giochino ha avuto un gran successo, ancora più per i grandi che per i piccoli (e io e Franci abbiamo trovato un'arma per quando litighiamo!). Per il tutorial andate a vedere sul sito quando fuori piove...con questo giochino ho finalmente trovato un modo per riciclare tutti i palloncini avanzati dalla festa di BB e che continuano a volare per casa!

Bene, auguro un buon weekend a tutti e io vado a letto (sì, lo so che sono appena le 20:30, ma rileggi l'inizio!) e se ci riesco leggo ancora qualche pagina della biografia di Ghandi prima di crollare...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...