mercoledì 30 gennaio 2013

I gusti sono gusti...


Per cena, a grande richiesta di Lily e del papà, purè e cotechino (che io detesto!), ma come si sà: i gusti sono gusti, e bisogna venire a patti...un giorno roba grassa e il prossimo minestrone di verdure!

La cosa però che utimamente mi invoglia a preparare questo piatto è l'aver carpito la ricetta del purè perfetto di mia suocera: 1 kg di patate, 125 g di burro, latte, noce moscata, sale, pepe a gradimento...e la rivelazione illuminante: le patate lesse si possono mettere con tutta la buccia nello schiaccia-patate!!!! 

Ok, magari per voi non è una novità il purè, ma per me ogni piccola conquista in cucina (e che incontra i gusti degli altri tre) è una grande vittoria!

sabato 26 gennaio 2013

Psicomotricità: l'udito

BB con la sua chitarrina....tutta la nonna!

Durante il ciclo "Alla scoperta dei 5 sensi" ai bambini di 3 anni ho presentato un'attività risultata per loro molto divertente e per me molto facile da preparare: la tombola dei rumori. 
E' bastato cercare nel mio scatolone dei materiali di recupero alcune bottigliette di yogurt liquido vuote (o con la parte di plastica degli ovetti kinder), eliminare le loro etichette per renderli identici esternamente, e a coppie mettere dei materiali che facessero rumori diversi (riso, sale, acqua, piccole pigne, sassi...).
La modaltà del gioco è ovviamente personalizzabile in base ai bambini e alla grandezza del gruppo. 
Ad esempio un bambino sceglie una bottiglietta e poi agitando una per volta quelle rimaste deve riconoscere quella che fa lo stesso rumore. 
Oppure ad ogni bambino do una bottiglietta in mano e  i bambini devono formare le coppie con lo stesso rumore agitando la propria bottiglietta e ascoltando il rumore degli altri.
Vedrete che ci sono varianti infinite e che anche i bambini più agitati staranno calmi per un pò focalizzando tutta la loro attenzione sull'udito.

venerdì 25 gennaio 2013

Il rischio di leggere

E' venerdì finalmente! Molte amiche blogger oggi scriveranno recensioni sui loro ultimi libri letti...io invece oggi riflettevo sul fatto di quanto sia rischioso leggere. 
In realtà questa considerazione non vale sempre, ma quando il libro è la Bibbia, il leggerla, oltre ad una grande opportunità, è anche un grande rischio. 
Rischio perchè ti mette davanti a delle scelte specifiche: il brano che ho letto ieri era nel vangelo di Luca al capitolo 17 in cui parla del perdono e dopo aver letto e meditato ho pregato Dio di insegnarmi a farlo in quella giornata...e "ACCIDENTACCIO!" mi ha preso in parola: ieri ho dovuto (leggi "cercato di", non sono perfetta!) perdonare un'amica che mi ha fatto un'esplicita ripicca, perdonare una compagna di Letizia che ha abusato della sua gentilezza mandandola in crisi, perdonare un parente che mi ha fatto una sfuriata per un gesto fatto sovrapensiero....e ora ditemi voi se non è rischioso leggere e cercare di mettere in pratica!

....d'altra parte, se si vuole studiare alla scuola di Dio, bisogna anche fare gli esami ogni tanto, e spesso proprio le difficoltà ci fanno crescere. 

Auguro a tutti un buon weekend con questa immagine che fa ben sperare che l'inverno non durerà per sempre:

Sono spuntate le prime punte dei tulipani piantati ad ottobre!!!!!
 

mercoledì 23 gennaio 2013

Mamma cattiva


Non so come prendere questa cosa e allora la scrivo così com'è accaduta: 
ieri Lily (5 anni) ha cominciato a scrivere piccole poesie per suo padre, del tenore "Se pianti un seme cresce l'amore come le coccole che mi fai" o "I tulipani sono amore come te e me", accompagnate da disegnini. 
Oggi all'uscita da scuola (all'una) mi consegna un foglio e dice "Questa mamma è per te".
Apro il foglio e mi ritrovo un fiore marrone e nero con una x sopra e la frase "Mamma sai tu non hai amore per i bambini". 
La guardo allibita e chiedo spiegazioni e lei risponde "Sì perchè tu mi obblighi sempre a fare le cose!"
"Cosa ti obbligo a fare scusa?" chiedo sconcertata. La risposta pronta è: "Ad andare a scuola e a non guardare i cartoni!"
Ok, ha ragione, stamattina non aveva proprio voglia di andare a scuola e io avendo il giorno libero ho preferito mandarcela lo stesso e andare al mio appuntamento annuale (....è troppo?) con il parrucchiere...
E mio marito gongola di gioia personale.
In realtà ci stiamo scherzando su e ora ci godiamo il pomeriggio tutti insieme chiusi in casa a fare la pizza, giochi e coccole!


martedì 22 gennaio 2013

Lanterna di cartoncino

Laterne Laterne Sonne Mond und Sterne...(canzoncina tedesca)
Le giornate continuano ad essere grigie, il sole non si vede, piove in continuazione e fa freddo...così con Lily e BB abbiamo deciso di dare un tocco di luce e colore almeno in casa, con delle lanterne di cartoncino. 
Per farle abbiamo ritagliato la forma di una scatolina quadrata con il cartoncino blu scuro e poi con la matita bianca abbiamo disegnato delle sagome che ho ritagliato con il taglierino. 
Il passo successivo è stato quello di incollare dietro ad ogni foro della carta velina colorata e poi di incollare insieme i 4 lati della scatolina.
Poi basta spegnere le luci, accendere una candelina nelle lanterne, accoccolarsi sul divano... e un po' di grigiore passa!

lunedì 21 gennaio 2013

Cornicette DIY

Cornicette col cartoncino

Eccoci qua, dopo un weekend non troppo stressante siamo pronti a iniziare una nuova settimana. Franci è a letto con la febbre alta, ma non ne è dispiaciuto...dopo anni di precariato ora è contento di poter usufruire un pochino della "malattia" al lavoro e si gode letto, divano e musica.

Queste nelle foto sono delle piccole cornicette che ho preparato come regalino per i bambini della festa di BB...avevo giusto una foto di una precedente festa con tutti i partecipanti e così, visto che il tema della festa era "Siamo fatti in maniera stupenda", alla fine ho dato loro la loro foto per fargli vedere che sono belli davvero! 
Sul retro ho scritto questa frase: "Io ti celebrerò, o Signore, perchè sono stato fatto in modo stupendo" (Salmo 139:14)

Realizzarle è stato facile: ho ritagliato un campione con un cartoncino di riciclo e poi ho fatto le sagome sul cartoncino blu. Ho fustellato cuori, paperelle, fiori e pallini, ho attaccato un pezzo di carta colorata dietro ai buchi, ho messo la foto e infine ho incollato tutto su un altro cartoncino per rendere le cornicette  più stabili e ottenere un bordino colorato.
Inoltre, dato che non avevo tempo di stampare le foto dal fotografo (ho deciso di fare le cornicette il giorno prima della festa!), le ho stampate su carta normale in cartolibreria...un risparmio notevole calcolando che su ogni foglio me ne sono entrate 6 e una fotocopia a colori costa solo 50 centesimi!


PS: DIY sta per Do It Yourself!

domenica 20 gennaio 2013

Wabi-Sabi



Scrivo questo post per partecipare al contest del blog Wabi-Sabi .
Mi è piacito il significato della parola Wabi-Sabi e ritrovo molto di quello che ho visto durante il mio viaggio in Giappone (ormai secoli fa!): 
"La filosofia Wabi-Sabi nasce in Giappone nel diciottesimo secolo ed è esponente della bellezza dell'imperfezione delle cose. Si riferisce in particolar modo alla bellezza delle cose semplici, all'eleganza di tutto ciò che è creato a mano perchè sempre diverso e unico.
Il significato letterale dei due caratteri giapponesi non è semplice da trovare, ma genericamente nel design vengono tradotti come "l'armonia delle cose imperfette"."


venerdì 18 gennaio 2013

Bicchieri in festa

Bicchieri margherita
Quando i bambini compiono gli anni possono portare una merenda a scuola da condividere con i compagni. 
Quest'anno per BB ho preparato dei bicchieri floreali per dare un tono di allegria alla merenda: sono simpatici ed economici, e ancora più belli con un bicchiere verde chiaro a mio parere (la festeggiata non era d'accordo e ha optato per giallo e blu).

Ecco il tutorial veloce-veloce: 



  1. Piegare un foglio bianco in quattro parti;
  2. Disegnare sull'angolo chiuso un quarto di margherita (consiglio di farvi un campione di cartoncino per farle tutte uguali);
  3. Ritagliare la margherita;
  4. Aprire il foglio e infilare il bicchiere nel centro.
Semplicissimo, no? E se poi un giorno preparate tutti i fogli con il disegno del quarto di margherita e li mettete davanti al pc (o alla tv) vedrete che ritagliarne una trentina guardando un film non vi peserà più di tanto!

mercoledì 16 gennaio 2013

Thanks 4

Thanks 4
Dei nostri propositi per l'anno nuovo non ho ancora scritto niente...un po' perchè è una cosa personale, un po' perchè quest'anno invece della "lista dei propositi" abbiamo fatto una "lista dei desideri"...e starà a  noi di mettercela tutta per far sì che realizzino...(per fare degli esempi: c'è chi ha desiderato di imparare a pattinare,chi di adottare un cucciolo di cerbiatto di nome Violetta e chi di avere un bambino).
Una  cosa che però abbiamo fatto come tutti gli anni è stato il mitico 
"THANKS 4". 
Cosa sia non potete saperlo perchè ce lo siamo inventato noi nel 2009 (senza però brevettarlo, quindi copiate, copiate!) ed è nato tutto da una riflessione di Franci al termine di una serata con amici, a Capodanno. 
La sua riflessione partiva da un brano della Bibbia in cui si parla di Giosuè (successore di Mosè) e del popolo d'Israele, che per ricordare il passaggio del Giordano avevano preso delle pietre e, mettendole su un mucchio, ne hanno fatto delle pietre commemorative per ricordare di come Dio li aveva aiutati. Nella Bibbia (Giosuè 4:6) dice proprio: 
" In avvenire i vostri figli vi chiederanno : "Che cosa significano per voi queste pietre?" Allora voi risponderete loro: "Le acque del Giordano furono tagliate davanti all'arca del patto del SIGNORE; quand'essa attraversò il Giordano, le acque del Giordano furono tagliate, e queste pietre sono per i figli d'Israele un ricordo per sempre"».
Partendo da questo brano la riflessione di Franci era stata di come noi invece spesso dimentichiamo il bene che Dio ci fa, tutti i Suoi doni a volte nella nostra mente sono effimeri come delle bolle di sapone e nei giorni storti ci domandiamo addirittura se siano stati realtà o solo immaginazione. 
E così da qui è nata l'idea del cartellone, soprannominato poi "Thanks for" (dato lo spazio ristretto di un appartamento abbiamo pensato che i mucchi di pietre fossero un pò troppo ingombranti per noi!), sul quale scriviamo ogni volta che c'è qualcosa per cui ringraziamo Dio e che vogliamo ricordare.


domenica 13 gennaio 2013

Tulipani a Gennaio

Tulipani parco Sigurtà (VR)

La festa di BB ieri è stata un successone...l'emozione che ha provato quando ha aperto la porta del salotto e si è ritrovata lì tutti i suoi amici che gridavano "SORPRESA" è stata grandissima, tanto che è corsa verso di me e mi ha abbracciato (e quasi strozzato!) per 5 minuti prima di riuscire a parlare. Ora è tutto il giorno che continua a ripetere che anche la sua prossima festa deve essere con la sorpresa...vedremo, tanto c'è un anno intero per pensarci!

Nei prossimi giorni vi posterò le foto che i giochi e le vettovaglie, ora sono ancora troppo stanca per stare al pc perchè più che un weekend mi sembra di vivere una maratona negli ultimi giorni!

E ora veniamo alla foto...cosa c'entrano i tulipani a gennaio direte...il fatto è questo: Franci lavora in un grande centro commerciale, e spesso i grandi negozi buttano i resi o gli avanzi di magazzino e lui già spesso ha recuperato cose utilissiime (ricordate il polistirolo per il presepe, ad esempio?). Ora il suo ultimo recupero è stata un partita di bulbi di tulipani e narcisi, e così, dopo la scuola domenicale ne ho piantati un bel pò nel giardino della chiesa insieme ai bambini e ora con i rimanenti ho tappezzato il giardino! In realtà bisognava piantarli entro dicembre...ma magari cresceranno lo stesso, solo un pò in ritardo rispetto agli altri! Ho la schiena rotta da tutto quel zappettare in giardino, ma sono felice come una Pasqua :-) 


Tutto il tempo mi ha fatto compagnia un piccolo pettirosso...credo che gli facessero gola tutti i lombrichi che tiravo su con la vanga!



martedì 8 gennaio 2013

Compleanno alle porte

Il ritorno alla vita di tutti i giorni è stato meno traumatico del previsto per ora...l'unico problema che ho è che il compleanno di BB (4 anni) è alle porte e sono qui che mi scervello su cosa fare quest'anno. 
Una cosa è sicura: sarà una festa a sorpresa...un grande classico dei film e che fa sempre molto effetto. Ora mi manca ancora il programma dei giochi e delle vettovaglie...una cosa però è sicura, come gli anni passati sarà una festa incentrata solo sui bambini (i genitori se rimangono possono dare una mano o starsene in un angolino!) e i bambini non saranno più di una decina in tutto affinchè non si crei confusione e la festeggiata si diverta veramente!

Compleanno dei 3 anni

Il problema è non ripetersi...l'anno scorso il tema erano gli animali e quindi tutti i giochi erano incentrati su di essi, tipo canta galletto e la mucca nascondina. Dopo tutti insieme abbiamo colorato gli animali che precedentemente avevo disegnato su una grande tovaglia di carta, dove poi abbiamo tagliato e mangiato insieme la torta a forma di orsetto. Il regalino da portare a casa erano delle cannucce decorate con animali di cartoncino.

Compleanno dei 2 anni
L'anno prima ancora il tema era un pò più fiabesco: la torta erano delle casette di Hansel e Gretel realizzate con dolcetti e biscotti (e taaaaanta pazienza!) , mentre il regalino da portare a casa e che i bambini dovevano guadagnarsi con un gioco molto divertente, è stata una coroncina realizzata con i rotoli della carta igienica. Inoltre c'erano gli immancabili spiedini di marshmallows e i palloncini di varie forme, nonchè il gioco della pentolaccia nascosta.

Uff! Se poi consideriamo che ho fatto già alte tre feste per Lily e che quindi non devo ripetere neanche i suoi giochi la sfida diventa sempre più dura...meno male che la fantasia per ora non manca, e guardando le foto forse già qualche nuova idea mi sta nascendo!


Con quest post partecipo a:

Linky Party 2013



sabato 5 gennaio 2013

Vita Vera

Questa mattina, mentre facevamo colazione nella casa in montagna ho detto alle bimbe "Oggi bimbe si torna alla vita vera", BB mi guarda e mi risponde "Ma mamma: è questa la vita vera!". Credo che questa frase spieghi abbastanza il nostro stato d'animo al dover lasciare la casa di montagna, le vacanze, il relax, per tornare alle sfide di tutti i giorni...chissà che un giorno non si avvererà il nostro sogno di vivere immersi nella natura e facendo l'home-schooling?  
Eccovi le immagini delle nostre vacanze, molto più chiare di tante parole:

Oma e Opa in visita da noi per una settimana!

Ferrara di Monte Baldo

Come si sta bene in casa con il caminetto acceso dopo una giornata fuori sulla neve!
Neve!!! Gran parte è stata mangiata...

Il mitico Bob....ho scoperto di essere più fifona delle mie bimbe!

Una tana per i topi costruita nel bosco/giardino sotto casa

E con estrema gioia annuncio che l'inverno sta già dimostrando segni di cedimento: ho trovato delle primule in fiore!

Dopo queste 2 settimane di stacco siamo comunque pieni di grinta per affrontare questo nuovo anno che abbiamo davanti, sempre con la promessa di Gesù nel cuore, il quale vuole che viviamo una vita abbondante, e noi facciamo sì che lo sia, in qualunque posto viviamo, e Lo ringraziamo per l'aiuto!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...