domenica 9 dicembre 2012

Dado vegetale homemade

Dado vegetale homemade
Aiuto! In settimana ho finito la scorta di dado vegetale homemade e così una mattinata l'ho dovuta dedicare a rifarlo. 
In rete ci sono numerose ricette e ognuno ha la sua variante, io lo faccio da ormai 3 anni e mi trovo bene con le mie dosi: 2 kg di verdure crude e pulite per 1 kg di sale grosso iodato, ne escono circa 5-6 vasetti di dado (scorta per me e alcuni da regalare a Natale).
Per chi non lo conosce già scrivo anche qua brevemente il procedimento:
  1. Mondare e tagliare le verdure di stagione a tocchetti, io questa volta ho usato: carote, finocchio, porro, cipolle, aglio, sedano, peperone rosso, pomodoro, basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino, timo, tutto in proporzione variabile. Altre volte ho messo anche zucchine, patate, melanzane, attenzione solo a non usare cavoli e verze per il forte gusto che potrebbero dare a tutto il dado. 
  2. Mettere le verdure in una capiente pentola e coprire il tutto con il sale grosso e accendere il fuoco, prima dolce affinche le verdure non brucino, e poi, non appena rilasciano la loro acqua, a fuoco vivace. 
  3. Cuocere un bel pò e sempre scoperto, fino a che tutta (o quasi tutta) l'acqua rilasciata dalle verdure si sia consumata.
  4. Togliere dal fuoco e frullare il composto ottenuto con il frullatore ad immersione. 
  5. Mettere la pentola nuovamente sul fuoco e far asciugare ulterioremente il composto, mescolando perchè non attacchi. 
  6. Invasare in vasetti precedentemente sterilizzati (se il composto è bollente e i vasetti una volta chiusi si capovolgono e si avvolgono in un canovaccio dovrebbero andare anche sotto vuoto).
  7. Il vostro dado è pronto per preparare ottimi brodi e sughetti senza glutammato e schifezze varie! In teoria si conserva in frigorifero per circa 3 mesi e in congelatore per 6 mesi (questi i tempi che mi sono stati dati la prima volta che l'ho fatto), ma per esperienza diretta vi dico, vista anche l'alta percentuale di sale, che in realtà si conservano per molto più tempo senza andare a male.


PS: Meglio preparare il dado in primavera o estate poichè un effetto collaterale dell'eseguirlo in inverno con i vetri chiusi è un forte odore di dado in casa per tutto il giorno...tale da far venire il mal di testa! Inolte è più difficile reperire basilico e prezzemolo freschi (io li avevo in congelatore!)

3 commenti:

  1. Grazie Lenaaaaaa!!!!!!!!!!!!!
    Cavoli, fa niente per l'odore, ci provo di sicuro!!!
    Prima devo fare scorta di vasettini però!
    Bacio e buona domenica!

    RispondiElimina
  2. L'ho sentito dire da più parti ma io non ci ho mai provato. Dato che ne faccio uso discretamente sarebbe buono questo homemade visto che così eviterei il glutammato (che non è roba da poco...!!).
    Copio la ricettina e il procedimento e vedrò magari di farlo appena passa l'inverno...se non prima :-)

    RispondiElimina
  3. E' da un po' che volevo farlo......mi stampo la ricetta!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...